I Sistemi di Allevamento della Vite

VIGNETI: LE FORME DI ALLEVAMENTO
Guyot, Sylvoz, Casarsa, G.D.C., cordone speronato, a pergola: sono solo alcuni dei sistemi utilizzati per l’allevamento della vite. Molto importante è individuare il più adatto alle condizioni climatiche e agronomiche del luogo di coltivazione.

La vite è, fra le piante da frutto, quella che meglio si adatta a essere coltivata con differenti forme di allevamento. Percorrendo l’Italia, ne troviamo un gran numero, in parte giustificato dalla variabile conformazione geografica del nostro Paese, quindi dal clima, dall’esposizione, dalla posizione, dalla natura del terreno e dalla fertilità dello stesso. Principalmente al Nord si riconoscono forme di allevamento a pergola, a differenza del Sud dove sono più rappresentate le forme di allevamento a tendone.

Questa varietà di forme deriva dalla necessità di adattare la struttura scheletrica della pianta alle locali condizioni climatiche e agronomiche con l’obiettivo prioritario di:

  • Garantire maggiore esposizione alla luce per permettere un equilibrato sviluppo vegetativo e una completa maturazione dell’uva;
  • Aumentare l’arieggiamento al grappolo per ridurre rischi di malattie;
  • Agevolare gli interventi di potatura e di raccolta riducendo così i costi di manodopera.